Nordic Walking e diabete: conoscere la patologia per includere, con preparazione e competenza, il camminatore diabetico

Fornire agli istruttori le conoscenze di base per permettere loro di affrontare con competenza e naturalezza, senza timore o terrore, l’avvicinamento, l’insegnamento e la pratica del nordic walking al camminatore affetto da questa patologia.

E’ questo l’obiettivo che si pone il corso di specializzazione il “Nordic Walking e diabete”, new entry nel panorama dei corsi per istruttori 2019 della SINW, i cui formatori sono la Dott.ssa Milena Colzani e il Dott. Stefano Grandesso, rispettivamente Istruttrice e Maestro della Scuola. “Non è raro incontrare nelle lezioni dimostrative e nei corsi base, persone diabetiche, visto che molte persone sono costrette a doverci convivere – ci spiega Milena. Il diabetico, specialmente grazie alle informazioni che i medici conferiscono, sa che trae beneficio dal movimento fisico, e il Nordic Walking, difatti è uno sport adatto a chi ha questa patologia, ma necessità di essere praticata con il giusto “dosaggio”, con la giusta attenzione e moderazione, che l’istruttore deve conoscere, onde far incorrere il camminatore in problemi, anche durante normali allenamenti itineranti alla portata di tutti”. “In caso di improvvisa sintomatologia imputabile al diabete – aggiunge Stefano – è opportuno che l’istruttore sia in grado di riconoscere i sintomi della malattia al fine di riferirli ai soccorritori chiamati ad intervenire. Quindi, il corso fornisce all’istruttore gli strumenti per poter gestire non solo l’insegnamento e la pratica del Nordic ai diabetici, all’interno di un gruppo, ma anche di poter riconoscere i sintomi che il diabete può generare e che nel caso si manifestino durante l’attività fisica, possono essere riferiti e descritti al 118”. “Una parte importante del corso verterà sull’educazione alimentare per il pre-camminata o durante la stessa, su cosa mangiare e cosa non mangiare, quali integratori alimentari possono utilizzare i diabetici durante l’attività fisica di Nordic Walking – puntualizza Milena”.

“Il modulo formativo, della durata di una sola giornata, prevede lezioni frontali e pratiche – ci illustra Stefano: descriveremo la malattia, la sintomatologia e le complicanze; esporremo l’importanza e i rischi derivanti dall’esercizio fisico, le controindicazioni; parleremo dell’ipoglicemia, di cos’è, di come riconoscerla attraverso i sintomi e di come affrontarla, di come risolvere un episodio ipoglicemico; illustreremo il glucometro, cosa è e come si utilizza, di come proporre l’attività ai diabetici, di quello che il walkers diabetico può fare o non fare.” “Non abbiamo la pretesa di poter conferire strumenti medici e specialistici agli istruttori, specialmente con una sola giornata di corso – conclude Milena – ma crediamo che conoscere questa malattia e avere i giusti strumenti per relazionarsi con chi ne è colpito, possa favorire l’inclusione umana e sportiva di tutti, che è alla base di uno sport come il Nordic Walking notoriamente per tutti e per tutte le età.”

Stefano Suriani, istruttore SINW e giornalista