Concluso con successo il corso istruttori di Sappada

Concluso con due gradite sorprese il corso di Sappada

Se uniamo un luogo incantato, una squadra ben preparata e affiatata e l’impegno di tutti per dare il massimo probabilmente il risultato non può essere che eccellente, e questo è quello che poi è realmente successo al corso di Sappada.  Un primo modulo baciato dal bel tempo e con uno scenario incantevole, dove la parte pratica di messa a punto della tecnica l’ha fatta da padrone e dove tutti gli allievi hanno potuto affinare quanto imparato durante la preparazione al corso istruttori, che risulta sempre più elemento fondamentale nella crescita della professionalità all’interno della Scuola Italiana. Accolti dal Maestro Pietro Bonanni, organizzatore della logistica, abbiamo potuto usufruire della sala conferenze di Cima Sappada, in un ambiente accogliente ed amico, dove era difficile non sentirsi a proprio agio. Pietro si è dimostrato ottimo padrone di casa, non solo per la preparazione logistica ma anche per la sua grandissima predisposizione nel far parlare i luoghi dove si svolgevano le lezioni. Di questo corso si ricorderanno sicuramente i nostri colleghi ora Istruttori, non solo tutta la parte teorica e pratica, ma anche le emozioni provate nei racconti di luoghi e persone, racconti che sono spaziati dopo il corso, perché oltre ad imparare ci si è voluti conoscere meglio, stare assieme e fare squadra. Se la logistica è stata curata da Pietro, la parte teorica e pratica del corso è stata curata dai due Master Trainer Mario Fabretto e Stefano Orsato, che hanno potuto dare il meglio della loro esperienza grazie ad un interagire con gli allievi che è risultato fondamentale. Concluso il primo modulo con il passaggio di tutti gli allievi e le raccomandazioni di rito, puntando molto sul tenere sulle spine i ragazzi, sicuramente nel secondo modulo i Master Trainer hanno potuto apprezzare ulteriori quindici giorni in cui gli allievi hanno capito l’importanza di presentarsi pronti e concentrati. Il secondo modulo ha visto una prima giornata con un programma stravolto dal cielo grigio e dalla pioggia, che però ha arricchito gli allievi facendo fare loro la parte didattica in modo molto importante, per poi riuscire ad uscire il secondo giorno baciati dal sole per provare tecniche avanzate e coordinative. Sempre belli i pranzi, ma soprattutto la cena del sabato con tutti gli allievi istruttori presenti, goliardia e complicità, emozioni, risate e anche qualche lezioni di ballo, impartite da Pietro e da Letizia, mentre la potenza di Cinzia C. riusciva a far si che un tavolo in legno di 5 cm si spezzasse a metà, suscitando la giusta ilarità in tutta la comitiva. Tornando al corso possiamo solo dire che vista la preparazione a monte e la volontà di tutti abbiamo potuto consegnare il diploma a tutti i presenti, anzi il diploma l’ha consegnato un super personaggio del calibro di Pietro Piller Cotter, campione olimpico dello sci di fondo e ragazzo d’oro, oltre che presidente dell’associazione locale di Nordic Walking e da poco di nuovo papà insieme alla moglie Francesca Sommavilla, istruttrice e segretaria dell’Associazione.  Ma le sorprese sono continuate durante la consegna dei diplomi nel momento in cui Elda Piller Hoffer, maestra di sci di fondo, annunciava che questo titolo lo doveva dividere con il bimbo che aveva in grembo essendo al quinto mese di gravidanza.

Ecco l’elenco dei nuovi Istruttori della Scuola Italiana Nordic Walking:

Niccolò Nibale

Elisabeth Pechmann

Gabriele Rimola

Tiziano Tiziani

Mario Fait

Gloria Zuliani

Letizia Piller

Cinzia Caproni

Cinzia Tenchini

Paola Violetto

Emiliano Bonanni

Rossana Bollero

Elda Piller Hoffer

A tutti i neo Istruttori un caloroso benvenuto nella Scuola Italiana Nordic Walking augurandovi di poter avere tutte le soddisfazioni che sicuramente meritate.