MONFALCONE Nordic Walking Park


Il Nordic Walking Park Monfalcone si snoda in ambiente naturale carsico sulle elevazioni a nord della cittadina di Monfalcone dove dal giugno 1915 al giugno 1917 si fronteggiarono a distanza di pochi metri gli eserciti italiano e austro-ungarico. Parte dei percorsi sono infatti in comune con il Parco Tematico della Grande Guerra.
I percorsi hanno fondo naturale, sono costituiti prevalentemente da stradine sterrate e si sviluppano attraverso gli ambienti della landa carsica, delle pinete di rimboschimento e del bosco carsico originale di rovere, carpino nero, orniello, cerro, acero.

Comprende 4 percorsi di cui due facili, uno dei quali completamente pianeggiante, e due medi. I percorsi più lunghi hanno varianti segnalate più brevi
Ogni percorso propone un tema diverso caratterizzante il territorio attraversato:

NWP-Monfalcone-mappa_percorsi

PERCORSO DELLA GRANDE GUERRA (n.1) – 7,7 km: che attraversa numerose trincee e ricoveri puliti e in parte restaurati nell’ambito del Parco Tematico della Grande Guerra. Punti di interesse notevoli lungo il percorso sono la Trincea Joffre nella quale si aprono le grotte di guerra della Caverna Vergine e dei Pipistrelli, la quota dedicata a Enrico Toti che su di essa morì nel corso di un attacco nel 1916, il complesso trincerato della “Selletta” e le postazioni risalenti alla Guerra Fredda dell’”Opera di Sablici”.

PERCORSO DEI CASTELLIERI (n.2) – 4,6 km: che si sviluppa sulle elevazioni sulla cima delle quali sorgevano castellieri preistorici risalenti all’età del ferro. Gran parte di questo percorso attraversa la landa carsica fornendo un interessante vista sulla pianura friulana, Aquileia, Grado, Lignano. Viene anche toccata la Rocca di Monfalcone, ”Ocio dela Patria” della Repubblica di Venezia.

PERCORSO DELLE ACQUE CARSICHE (n.3) – 8,7 km: percorre la parte più orientale del Carso monfalconese tra pinete, bosco e landa carsica. È caratterizzato dall’attraversamento della Palude di Sablici, rara zona carsica umida, attraversata dalle acque che dal Lago di Pietrarossa defluiscono verso il Timavo e quindi il Golfo di Panzano. Anche questo percorso interseca in parte il Parco Tematico della Grande Guerra.

PERCORSO DEL LAGO DI PIETRAROSSA (n.4) – 3,6 km: completamente pianeggiante. Aggira il Lago di Pietrarossa sviluppandosi prevalentemente tra la boscaglia carsica e il bosco ripariale che circonda, nascondendole, le acque del lago ricche di fauna avicola.

 

Si accede al parco da tre punti diversi, due dei quali a poche decine di metri dal centro cittadino. Il terzo punto di accesso fa capo al Centro Visite della Riserva naturale regionale dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa, unico sistema di laghi carsici in Italia.
Per raggiungere il Park seguire le seguenti indicazioni stradali:

  • a piedi dal centro di Monfalcone:
    dalla Piazza della Repubblica prendere la Salita alla Rocca, superare il sottopasso ferroviario raggiungendo la partenza del percorso n.2
    dall’estremità nord di Viale San Marco salire lungo Salita Mocenigo, superare il sottopasso ferroviario raggiungendo la partenza del percorso n.1.
  • in macchina dal casello autostradale di Redipuglia:
    raggiungere Ronchi dei Legionari quindi prendere la strada provinciale per Doberdò del Lago. Superata la linea ferroviaria si raggiunge la frazione di Cave di Selz. All’altezza di una curva a sinistra, prima che la strada inizi a salire, prendere a destra (indicazioni per il Centro Visite) lungo Via delle Fornaci. Superare il centro ippico seguendo la strada sterrata. Dopo poche centinaia di metri si giunge a uno spiazzo in prossimità di un sottopasso autostradale. Qui si incontra la segnaletica del percorso n.3 che in breve conduce al Centro Visite Pietrarossa.

 

Il Park è stato realizzato dal Comune di Monfalcone il collaborazione con l’Hotel Franz di Gradisca d’Isonzo.
Ha contribuito alla realizzazione il Master Trainer Mario Fabretto.

 

Per informazioni contattare: