ABBADIA DI FIASTRA Nordic Walking Park


Il Nordic Walking Park di Abbadia di Fiastra è realizzato all’interno della Riserva Naturale dell’Abbadia di Fiastra. La Riserva Naturale è stata istituita nel 1984 ed è costituita da 1825 ettari di terreni che circondano l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra che ancora mostrano tracce evidenti della lunga presenza e del lavoro dei monaci.
La Riserva, che è gestita dalla Fondazione Giustiniani Bandini ha come finalità fondamentali quelle di proteggere il territorio e le sue risorse, promuovere la ricerca scientifica e le attività di educazione ambientale, favorire lo sviluppo dell’attività agricola in accordo con le attività culturali e turistiche di più recente sviluppo, salvaguardare l’antica Abbazia Cistercense, il palazzo principesco e tutte le altre preziose testimonianze storico-architettoniche del passato.

Il territorio della Riserva Naturale, di proprietà della Fondazione Giustiniani Bandini, è compreso tra i Comuni di Urbisaglia e Tolentino, nella fascia medio-collinare della Provincia di Macerata, tra 130 e 306 m. slm., a cavallo tra la valle del fiume Chienti e quella del Fiastra, suo maggior affluente.
La frazione Abbadia di Fiastra è suddivisa tra il Comune di Tolentino e quello di Urbisaglia. Entrambi i comuni presentano una ricca storia, legata anche all’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, e un importante patrimonio architettonico.

 

certificazione park

Il Park è un insieme di percorsi, della lunghezza complessiva di circa 24 km, interconnessi tra di loro mediante delle “varianti”, che consentono il corretto e continuativo svolgimento del gesto tecnico del Nordic Walking. I tracciati realizzati sono 3:

Percorso n. 1 : Laghetti (facile)
Lunghezza 3.7 km
La strada sterrata attraversa il territorio agricolo compreso tra la “Selva” ed il fiume Fiastra. Tale percorso è ideale per le osservazioni faunistiche, visto che tocca tre ambienti diversi quali i campi coltivati, il bosco ed il fiume.
Lungo il cammino si incontrano:
Il “Casino del Principe”, testimonianza di quando il territorio dell’Abbadia era una riserva di caccia.
Il lago “Le Vene”, ex cava di ghiaia dove è possibile osservare interessanti specie di uccelli migratori.
Il bosco con alcune tipiche case coloniche.
La “Pignolara”, pineta che ospita alcuni caprioli, animali simbolo della Riserva.

Percorso n. 2 : Urbs Salvia (medio)
Lunghezza: 8,60 km
Questo percorso si sviluppa tra il territorio dell’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra e il Parco archeologico di Urbs Salvia che comprende l’area occupata dalla città romana .
Si parte dall’Abbazia e si risale il fiume Fiastra che rappresenta un naturale corridoio ecologico con la sua flora e fauna tipiche percorrendo prima uno sterrato, un tratto di strada asfaltata interna alla Riserva ed un tratto terminale di strada su fondo in ghiaia.
Lungo il percorso è possibile ammirare un paesaggio veramente suggestivo verso la collina di Villamagna.
Si arriva infine all’area archeologica vera e propria dove si incontrano i monumenti di Urbs Salvia che ci riportano indietro di quasi 2.000 anni.

Percorso n. 3 : Due croci (impegnativo)
Lunghezza: 11,50 km
Il percorso inizialmente coincide con il tracciato dei “Laghetti”, attraversa la strada interna dell’ Abbadia e si immette all’interno del bosco popolato da caprioli e cinghiali.
Successivamente oltrepassa, mediante un guado naturale, un piccolo rio per attraversare quindi la strada provinciale Abbadia di Fiastra – Mogliano mediante striscie pedonali e semaforo segnalatore.
Arriva alla “Prima Croce” attraverso una strada bianca e prosegue per raggiungere il punto più alto di quota (306 metri s.l.m.) dei 1825 ettari della Riserva Naturale.
Da questo punto, denominato “ Seconda Croce”, si può spaziare a 360° con vista che va dal mare di Porto San Giorgio, ai Sibillini, al Monte San Vicino e per finire verso il Monte Conero.
Ritorna nuovamente nella “Selva” percorrendo un viale alberato caratterizzato da alberi molto alti di conifere, di leccio e di bosso.
Scende attraverso il bosco fino ad incontrare nuovamente il Percorso dei Laghetti per tornare al punto di partenza.

 

Per raggiungere il Park
In auto
da Ancona – Pescara: A14, uscita di Civitanova Marche, seguire la superstrada per Tolentino fino all’uscita di Macerata Ovest da dove, in pochi minuti, si raggiunge l’Abbadia di Fiastra
da Roma: raggiungere Spoleto e poi Foligno, seguire la SS 77 e la superstrada per Civitanova Marche fino all’uscita di Macerata Ovest
In aereo
Aeroporto di Ancona – Falconara
In treno
Stazione Urbisaglia / Sforzacosta 4 Km
In pullman
da Roma: Autolinee “Roma – Marche Linee” tel. 0733.818638 – 778015
da Ancona, Sarnano, Macerata: Autolinee SASP tel. 0733.663137

 

Il Park è stato realizzato con il contributo della Fondazione Giustiniani Bandini, proprietaria del territorio della Riserva ed Ente Gestore della Riserva, e dall’A.S.D. Macerata Nordic Walking.
Hanno contribuito alla realizzazione gli istruttori della A.S.D. Macerata Nordic Walking Daniela Merelli e Attilio Mogianesi.

 

Per informazioni contattare: