Il Nordic Waking SINW alla prima edizione degli Oncology Games

25 giugno 2018  

Si è tenuta a Roma, nel week end di sabato 23 e domenica 24 giugno, la prima edizione degli Oncology Games, un progetto ispirato e voluto da Leonardo Cenci dell’Associazione Avanti Tutta di Perugia, coordinato da TUCEP e finanziato dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma Erasmus + Settore Sport.
L’obiettivo principale del progetto è stato quello di “dimostrare che lo sport aiuta ad affrontare la malattia oncologica in modo positivo e può contribuire a migliorare la qualità della vita dei pazienti“.

La mattina di sabato 23 giugno tutti i soggetti coinvolti hanno dato vita ad una serie di convegni scientifici che si sono succeduti presso la sala conferenze Fin del Foro Italico a Roma, a conclusione dei vari percorsi intrapresi da ogni singolo Paese, il cui fine è stata la promozione dello sport, la prevenzione delle malattie oncologiche e la realizzazione di linee guida in ambito sanitario per la realizzazione di attività sportive da parte dei pazienti oncologici.

Nella giornata di domenica 24 presso lo Stadio della Farnesina, per la prima volta, 36 pazienti oncologici di sei paesi europei (Italia, Gran Bretagna, Spagna, Grecia, Polonia e Bulgaria) hanno dato vita ad un’esperienza sportiva non competitiva davvero importante, cimentandosi in diverse discipline con gare di corsa (60 m, 100 m, 200 m, 400 m, 800 m, 1.500 m, staffetta 4×100), di lancio del peso e con un percorso di 2 km tutto dedicato al nordic walking.
A rappresentare l’Italia in questa disciplina sono state la Maestra della Scuola Italiana Nordic Walking Sara Boninsegna e la Nordic Waker cuneese Ada Quaranta  che durante i 5 giri del campo di gara si sono contraddistinte per un bel passo veloce associato ad un’ottima tecnica, che ha permesso loro di salire sui due gradini più alti del podio poi completato dall’atleta bulgara Miglena Micheva.

La presenza del nordic walking all’interno degli “Oncology Games” è avvenuta grazie al lavoro portato avanti dalla Maestra Daniela Rubini che è stata incaricata dalla SINW, come responsabile del progetto, di portarlo avanti anche nei prossimi anni per arrivare alla seconda edizione del 2020 con un gruppo di atleti sempre più nutrito.

Oltre che dalle atlete che hanno dimostrato una grandissima costanza e forza di volontà sia durante la giornata di gare che soprattutto durante gli scorsi mesi di preparazione che le ha viste sempre in movimento, il progetto è stato anche insieme al dott. Antonio Mander e alle dott.sse Enrica Mariani e Gina Proietti che da anni si occupano di Nordic Walking associato alla riabilitazione oncologica e che hanno formato, su questo argomento, numerosi istruttori SINW.

Ancora una volta la Scuola Italiana Nordic Walking è in prima fila per cercare di diffondere sempre più il Nordic Walking come uno strumento di grandi potenzialità anche per questo tipo di problematiche.

Commenti

Lascia un commento all'articolo che hai appena letto !





Accedi

Privacy Policy Cookie Policy